Iscriviti per rimanere aggiornato: RSS Feed

Rapporto e-commerce 2013 della Casaleggio Associati

Home
Ecommerce
Rapporto e-commerce 2013 della Casaleggio Associati

Lo scorso Aprile, alla Camera di Commercio di Milano, si è tenuto il 7° convegno sull’e-commerce in Italia dove Casaleggio Associati ha presentato il “Rapporto e-commerce 2013” che mostra i risultati del mercato online italiano e internazionale relativi all’ anno 2012.

La ricerca effettuata ha coinvolto titolari di azienda, amministratori delegati, direttori generali, responsabili marketing ed e-commerce di oltre 3.000 aziende impiegati nel settore alimentare, assicurazioni, casa e arredamento, editoria, elettronica, moda, salute e bellezza, tempo libero e turismo.

Il dato che salta subito all’occhio dal rapporto è che, nonostante l’Italia sia oppressa da una crisi economica senza fine, l’e-commerce si conferma essere punta di diamante in controtendenza.

e-commerce

Il mercato e-commerce in Italia del 2012, infatti, si aggira su un valore complessivo di 21,1 miliardi di euro incrementandosi del 12% rispetto al 2011 e confermando un trend di crescita che prosegue ininterrottamente da quasi un decennio.

A trainare queste percentuali è il settore del tempo libero con il 57% del fatturato, in particolare per l’aumento di aziende che investono nel gioco on line, a seguire il turismo con il 24%.

I dispositivi mobili come smartphone e tablet continuano la diffusione nel mercato, facilitando le possibilità di acquisto: il 5% delle vendite avviene su questi dispositivi e diventa quindi imprescindibile per le aziende investire in questo tipo di settore.

Secondo la ricerca le strategie che vengono maggiormente utilizzate dalle aziende per differenziarsi dai competitors sono: la credibilità del marchio (38%), la fidelizzazione clienti (31%), la politica dei prezzi e l’ampiezza della gamma (24%).

L’ investimento nelle attività di marketing e comunicazione è incentrata soprattutto su Keyword Advertising e SEO (posizionamento organico nei motori di ricerca), rispettivamente al 23% e 17% del totale, crescono anche gli investimenti nell’email marketing 17% e ai Social Media 13%.

Proprio riguardo a quest’ ultimi tra gli investimenti delle aziende italiane spopola Facebook con il 67%, mentre un 37% utilizza Youtube, a seguire Twitter con un 33% e Google Plus con il 20%.

Come viene evidenziato, la Rete impone alle aziende italiane di riconsiderare la loro offerta in chiave internazionale: le imprese italiane che vendono on line fuori dai nostri confini hanno ottenuto mediamente il 27% del fatturato dall’estero, ed in particolare dall’Europa.

Nonostante questo successo, il 45% delle aziende intervistate continua a vendere esclusivamente in Italia e solo il 30% delle imprese dispone di un sito in lingua straniera.

Non ci sono ancora commenti



Lascia un Commento



Copyright 2014 Paolucci Web Solutions di Marco Paolucci.